COMUNICATI






Comunicati, agenda, scadenze

Covid-19: DPCM 3 novembre 2020- Spostamenti sul territorio nazionale

Il Dpcm del 3 novembre 2020 introduce delle misure di contenimento dell'epidemia da Sars-CoV-2 differenziate in base allo livello di rischio dei diversi territori e Regioni italiane. Nella fascia riservata alle Regioni a massimo rischio, zona rossa, sono concentrate le misure più restrittive; nella fascia per le Regioni a rischio alto, zona arancione, sono previste misure lievemente meno restrittive, nella terza fascia,zona gialla, rientrano le restanti Regioni e sono previste misure meno restrittive.

Riguardo gli spostamenti sul territorio le misure del Dpcm prevedono:

Regioni in zona cosiddetta gialla (Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto)
• coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute, con la raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di salute, lavoro, studio, situazioni di necessità
• consentiti gli spostamenti fra Regioni all'interno del territorio nazionale
• fortemente raccomandato di non spostarsi con mezzi pubblici o privati salvo che per esigenze lavorative, di studio, motivi di salute e situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

Regioni in zona cosiddetta arancione (Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria)
• coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute, con la raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di salute, lavoro, studio, situazioni di necessità
• vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all'altra e da un Comune all'altro, salvo comprovati motivi con la raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata anche all'interno del proprio Comune.

Regioni in zona cosiddetta rossa (Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano)
• vietato ogni spostamento anche all'interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute, sono di conseguenza vietati gli spostamenti da una Regione all'altra e da un Comune all'altro.



In allegato: modulo di autocertificazione

(Ufficio Relazioni con il Pubblico - 12/11/20)


allegati: