Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) edilizia

 

Ufficio di riferimento:

SUE - Sportello Unico per l'Edilizia

 

descrizione:

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ (SCIA) EDILIZIA


DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO CON INDICAZIONE DEI RIFERIMENTI NORMATIVI
La presente procedura è disciplinata dall'art. 22 del D.P.R. n. 380/2001 e dagli artt. 5, 6 e 7, del D.P.R. n. 160/2010, e si applica per la realizzazione di interventi di cui all'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, nonché in conformità alle previsioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia vigente, e precisamente:
a) agli interventi di manutenzione straordinaria di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), qualora riguardino le parti strutturali dell'edificio;
b) agli interventi di restauro e di risanamento conservativo di cui all'articolo 3, comma 1, lettera c), qualora riguardino le parti strutturali dell'edificio;
c) agli interventi di ristrutturazione edilizia di cui all'articolo 3, comma 1, lettera d), diversi da quelli indicati nell'articolo 10, comma 1, lettera c).
Sono, altresì, realizzabili mediante segnalazione certificata di inizio attività le varianti a permessi di costruire che non incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che non modificano la destinazione d'uso e la categoria edilizia, non alterano la sagoma dell'edificio qualora sottoposto a vincolo ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni e non violano le eventuali prescrizioni contenute nel permesso di costruire. Ai fini dell'attività di vigilanza urbanistica ed edilizia, nonché ai fini dell'agibilità, tali segnalazioni certificate di inizio attività costituiscono parte integrante del procedimento relativo al permesso di costruzione dell'intervento principale e possono essere presentate prima della dichiarazione di ultimazione dei lavori.
Sono realizzabili mediante segnalazione certificata d'inizio attività e comunicate a fine lavori con attestazione del professionista, le varianti a permessi di costruire che non configurano una variazione essenziale, a condizione che siano conformi alle prescrizioni urbanistico-edilizie e siano attuate dopo l'acquisizione degli eventuali atti di assenso prescritti dalla normativa sui vincoli paesaggistici, idrogeologici, ambientali, di tutela del patrimonio storico, artistico ed archeologico e dalle altre normative di settore.
Per una maggiore descrizione si rimanda alla sezione "modelli" in fondo alla pagina.

UNITÀ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE DELL’ISTRUTTORIA
Area Gestione del Territorio – Sportello Unico per l’Edilizia.

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Arch. Fabio Menzietti.
Tel.: 0736.888751 – P.E.C.: protocollo@pec.comune.offida.ap.it

ATTI E DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL'ISTANZA
L’elenco documenti da allegare alla domanda è consultabile e scaricabile nella sezione "modelli" in fondo alla pagina.

MODULISTICA NECESSARIA
La modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni, è consultabile e scaricabile nella sezione "modelli" in fondo alla pagina.

INFORMAZIONI
Area Gestione del Territorio – Sportello Unico per l’Edilizia sito in Corso Serpente Aureo n. 66 (2° piano), aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalla ore 08.30 alle ore 13.30, ed il martedì e giovedì, dalle ore 16.00 alle ore 18.00.
Tel.: 0736.888751 – P.E.C.: protocollo@pec.comune.offida.ap.it

DOVE PRESENTARE L'ISTANZA
Ufficio di Protocollo Generale sito in Corso Serpente Aureo n. 66 (1° piano), aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.30, ed il martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle 17.30.
Tel.: 0736.888702 – P.E.C.: protocollo@pec.comune.offida.ap.it

COME OTTENERE INFORMAZIONI SUI PROCEDIMENTI IN CORSO
Presso l’Area Gestione del Territorio – Sportello Unico per l’Edilizia, durante gli orari di apertura al pubblico.

TERMINE FISSATO PER LA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO
Non vi è un termine conclusivo in quanto trattasi di una comunicazione di inizio attività. Qualora si riscontrino elementi ostativi alla realizzazione dell’intervento, entro 30 giorni dalla presentazione, il responsabile del procedimento notifica all’interessato l’ordine motivato di non effettuare il previsto intervento (art. 26, comma 6, del D.P.R. 380/2001).

PAGAMENTI
Oneri concessori di cui all’art. 16 del D.P.R. 380/2001, se dovuti – Diritti di segreteria di cui alla delibera di Giunta Comunale 22/2013, da effettuarsi o mediante C.C.P. n. 14040638 intestato a Comune di Offida – Servizio di Tesoreria, o sul conto bancario IBAN: IT93 D030 6969 6200 0000 0046 607 ISTITUITO presso Banca INTESA SANPAOLO Filiale di Offida (Piazza del Popolo).

POTERE SOSTITUTIVO
Decorso inutilmente il termine fissato per la conclusione del procedimento l'interessato può presentare istanza per l'attivazione del potere sostitutivo al Segretario Comunale: Dott.ssa Fiorella Pierbattista.
Tel. 0736.888701 – P.E.C.: protocollo@pec.comune.offida.ap.it

 

 

modelli:

SCIA - Documentazione da allegare

SCIA - Modello comunicazione fine lavori (agg. 30/06/2017)

SCIA - Modello da utilizzare (agg. 30/06/2017)

SCIA - Modello per autocertificazione attestante la conformità alle norme iigienico-sanitarie