: Turismoffida

: Eventi e Manifestazioni

: Mailing list

Previsioni meteo

: Varie

Sanità

Offida on line:

BIBLIOTECA COMUNALE

 

Breve storia della Biblioteca

La biblioteca comunale di Offida è stata costituita nel 1978-79, ad opera di alcuni dipendenti. Inizialmente si trattava di un numero esiguo di volumi, che è stato incrementato gradualmente nel corso degli anni. La prima sede si trovava in Corso Serpente Aureo, presso gli uffici dell’ IRCEA (Istituti riuniti di cura , educazione ed assistenza), dove è rimasta fino al 1998, anno in cui è stata trasferita presso la sede attuale, il Palazzo De Castellotti-Pagnanelli, edificio che ospita anche il Museo di Offida.
Nel 2001, in seguito all’acquisto da parte del Comune dei beni appartenenti alla collezione del maestro Portelli, un cittadino offidano scomparso nello stesso anno e grande collezionista di libri e altro materiale, sono stati aggiunti alla biblioteca circa 2000 volumi di argomenti vari.
Nel 2003 sono stati inseriti alcuni libri in lingua inglese, frutto di una donazione, che sono andati a costituire un’interessante sezione precedentemente inesistente.

Descrizione della biblioteca

Attualmente la biblioteca comunale è costituita da circa 6000 volumi sistemati su appositi scaffali e suddivisi per argomenti. La suddivisione è la seguente:

• letteratura italiana
• letteratura straniera
• libri per l’infanzia
• romanzi gialli
• romanzi rosa
• storia locale
• classici latini e greci
• storia
• geografia
• storia dell’arte
• storia della musica
• cinema e spettacolo
• archeologia
• architettura
• scienze
• medicina
• agricoltura
• ingegneria
• diritto
• religione
• economia
• psicologia
• filosofia
• enciclopedie di vario genere
• dizionari
• tesi di laurea soprattutto d’interesse locale
• scacchi.


Dopo l’acquisto della Collezione Portelli, è stata notevolmente incrementata la sezione delle enciclopedie e dei dizionari con l’aggiunta dell’Enciclopedia Italiana Treccani con i relativi aggiornamenti, sempre della Treccani l’Enciclopedia Dantesca, Virgiliana, delle Scienze Sociali, delle Scienze Fisiche, il Dizionario della Lingua Italiana Treccani, il Grande Dizionario della lingua italiana Utet, il Dizionario Biografico degli Italiani in 50 volumi ed altri.
Sin dall’anno di costituzione della biblioteca, i libri sono stati inventariati su appositi registri e schedati su schede di tipo cartaceo, consultabili dagli utenti e suddivise sia per autori, che per argomenti. Nel 2000 è stato iniziato un lavoro di informatizzazione, utilizzando l’apposito programma Sebina Produx, lavoro non completato per mancanza di fondi a disposizione. Per lo stesso motivo anche il lavoro di schedatura è stato interrotto, per cui i libri acquisiti più recentemente, risultano privi di apposita catalogazione e schedatura.
I libri della collezione Portelli sono stati inseriti nella biblioteca con un’apposita sigla che permette di distinguerli dagli altri.
Oltre a questi libri, regolarmente consultabili e dati in prestito agli utenti, la biblioteca è costituita da una sezione molto importante ed interessante: il Fondo dei Libri Antichi.

Fondo Libri Antichi

Il fondo è stato costituito nel 1884 a seguito dell’acquisizione da parte del Comune delle biblioteche di due Enti ecclesiastici soppressi: S. Agostino e l’Opera Pia Valorani. Può essere considerato il primo nucleo della Biblioteca Comunale e comprende circa un migliaio di volumi, tra incunaboli ed edizioni, tutti databili tra il XV e la metà del XIX secolo. Gli argomenti sono molto vari, in modo particolare prevalgono i temi di: religione, diritto, storia, medicina e letteratura antica.
Appartengono a questo fondo l’opera originale del Colucci, disponibile anche nella nuova edizione consultabile ed il Dizionario di Erudizione Storico – Ecclesiastico del Moroni.

Nuove esigenze

Da alcuni anni l’Amministrazione Provinciale sta cercando di valorizzare e potenziare tutto il settore relativo alle biblioteche. L’ultima iniziativa a livello provinciale è la costituzione di un polo SBN in grado di mettere in rete tutte le biblioteche della provincia che aderiscono al progetto. Inoltre, nel corso degli anni, la biblioteca ha assunto dimensioni sempre maggiori, legate non solo all’aumento dei libri che la costituiscono, ma anche ai diversi servizi che essa offre.
I libri inseriti nell’ultimo triennio sono:

• Collezione Portelli: circa 2000 volumi, che hanno notevolmente arricchito la biblioteca, oltre che per le sezioni sopra descritte, anche per gli argomenti di storia, filosofia, letteratura, geografia, religione e storia locale.
• Libri in lingua inglese: circa 150, donati da una signora di origine australiana, residente per diversi anni in Offida. Si tratta soprattutto di romanzi di autori stranieri e di opere di letteratura classica italiana e straniera, sempre in lingua inglese. Alcuni volumi sono relativi alla musica, specialmente quella folcloristica irlandese.
• Donazioni ed omaggi: molti sono anche i libri che vengono donati alla biblioteca da alcuni cittadini privati, o inviati da vari enti pubblici e privati a scopo divulgativo.
• Acquisti: nel corso degli anni il comune di Offida ha acquistato nuovi volumi, al fine di avere una biblioteca sempre aggiornata. Nell’ultimo periodo, però, per mancanza di fondi, ma anche di spazio, si sono dovuti notevolmente ridurre gli acquisti di ogni genere, con conseguenze non certo positive per tutta la biblioteca.

Anche i servizi offerti al pubblico, sono stati incrementati e potenziati, a seguito di nuove e maggiori esigenze, tra cui :

• L’apertura nella zona di nuovi corsi universitari : con l’avvio di numerosi corsi universitari, fino a qualche anno fa inesistenti, nella città di Ascoli Piceno ed in tutta la provincia, è aumentato notevolmente il numero di studenti che frequentano la biblioteca comunale di Offida in cerca di materiale per ricerche, tesine e tesi di laurea sul paese e sul territorio in generale. Particolarmente richieste sono le pubblicazioni relative alla storia, alle tradizioni, all’artigianato, al folclore e ai monumenti, di cui Offida risulta essere molto ricca. Quotidianamente vengono richieste informazioni bibliografiche anche sugli aspetti meno noti dei monumenti e degli artisti che nei secoli scorsi hanno operato nel paese oppure sull’aspetto economico di certe attività artigianali.

• L’incremento del flusso turistico: ormai da alcuni anni Offida è uno dei paesi della provincia che registra il maggior numero di presenze in diversi periodi dell’anno. Ciò comporta anche una crescente richiesta di notizie da parte dei turisti, che talvolta non si limitano a cercare informazioni di carattere prettamente turistico, ma desiderano approfondire le loro conoscenze sul paese consultando i testi presenti in biblioteca.


Tutto questo fa sì che ci sia un’esigenza forte ed immediata di aggiornare in particolar modo la bibliografia locale, al fine di soddisfare le richieste sempre più numerose non solo degli studenti, ma anche dei turisti e dei visitatori più interessati e di aggiornare, con l’acquisto di nuovi testi, la parte relativa alla narrativa.

 

I servizi


• Consultazione dei testi
• Servizio di fotocopie
• Consulenza del personale qualificato

• Postazione internet: contestualmente all’apertura dell’Informagiovani, si è ritenuto opportuno offrire a tutti gli utenti della biblioteca interessati, la possibilità di utilizzare gratuitamente la rete Internet per ricercare informazioni di vario genere. Anche questo servizio, molto utile a coloro che non possiedono personalmente un computer, ha incrementato il numero di presenze.

• Biblioteca del Circolo Scacchi: dall’estate del 2003, la biblioteca comunale ospita una sezione relativa al gioco degli scacchi. Si tratta di circa 90 libri acquistati dal Circolo Scacchi di Offida e messi a disposizione dei soci del circolo e di tutti coloro che sono interessati.

• BIBLIOTECA del PREMIO ANNUALE DI NARRATIVA “Città di Offida Joyce Lussu”: dal 2006 l’ amministrazione Comunale di Offida, in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno, la Regione Marche, il Centro Studi Joyce Lussu e la Società operaia di Mutuo Soccorso di Porto San Giorgio (AP), organizza il premio annuale di narrativa “Città di Offida- Joyce Lussu”, per ricordare la figura della nota scrittrice, autrice di numerosissimi romanzi, vissuta a lungo nelle Marche e scomparsa nel 1998 all’età di 86 anni.
L’Istituzione del premio, che vede la biblioteca come centro di coordinamento di tutte le attività ad esso collegate, ha permesso di creare all’interno una sezione molto consistente di raccolte di racconti che ogni anno partecipano al premio. Si tratta di 50 opere pervenute nel 2006, 59 nel 2007 e 64 nel 2008 tutte a disposizione degli utenti.

• Accesso al polo interbibliotecario SIP

• Sportello Informagiovani: a partire dal mese di gennaio 2003, la biblioteca comunale è anche la sede di uno sportello Informagiovani, aperto tutti i giorni da lunedì a venerdì per consentire ai giovani di avere un punto di riferimento a cui rivolgersi, per ricevere gratuitamente informazioni su corsi, concorsi, orientamento scolastico, offerte di lavoro, progetti, associazioni ed altro. La sede della biblioteca risulta particolarmente appropriata poiché consente di usufruire, nello stesso luogo, di due servizi diversi, ma altrettanto utili. La presenza dello sportello Informagiovani, inoltre, favorisce l’approccio dei giovani con i libri, anche di coloro che rifiuterebbero a priori l’ingresso in una qualsiasi biblioteca.

ORARI DI APERTURA:

Mattino dal Lunedì al venerdì 8,30 – 13,30

Pomeriggio: martedì e giovedì 15,30 – 17,30